via dei Caudini 1/c Roma
+39064466189

Il kit di primo soccorso per il bondage

Borsa per primo soccorso

Avere un kit di primo soccorso è una buona norma di sicurezza, al pari del saper fare i nodi in modo corretto. Sia che si stia facendo bondage in casa propria, sia che si sia all’aperto, sia che ci si trovi in un club o locale (che dovrebbe avere le sue cassette di primo soccorso e il proprio personale addestrato… ma ahimè, non è sempre così). Lo scopo di un kit di primo soccorso è quello di far fronte ai piccoli problemi che possono verificarsi durante la pratica del bondage (abrasioni, escoriazioni, contusioni, ematomi, cali di zuccheri, etc) ma anche stabilizzare la situazione in attesa dell’arrivo del personale medico specializzato nel caso di problemi di natura più seria (e qui la casistica può essere davvero molto ampia).

Innanzitutto verificate il luogo in cui vi trovate e le sue dotazioni. Siete a casa o in mezzo ad un bosco? In un locale con altra gente o da soli? Il vostro cellulare prende? E la batteria è carica? La vostra macchina è parcheggiata vicino? e le chiavi dove sono? Ricordate inoltre che, per legge, ogni attività pubblica (quindi compresi locali, club, etc) deve avere uno (o più) responsabili della sicurezza. Se siete in un locale, chiedete agli organizzatori o ad uno dei dungeon monitor chi sono le persone a cui rivolgersi in caso di necessità o di emergenza. Ci deve essere una chiara linea gerarchica di chi prende le decisioni in caso di emergenza, sia per rendere tali decisioni più efficaci, che per evitare scene di panico o, peggio, discussioni o diatribe su come fare le cose, perdendo secondi o minuti preziosi. Quando siete da soli a casa siete voi che avete il compito di prendere le decisioni, ma se siete in un locale pubblico non è detto che l’ultima parola spetti a voi. Verificate quindi chi siano i dungeon monitor, chi sia/siano i responsabili della sicurezza, verificate se abbiano effettivamente ricevuto uno specifico addestramento per quanto riguarda il primo soccorso e sappiano dove siano le cassette di pronto soccorso in dotazione al locale (per legge devono saperlo, ma nella realtà non è sempre così). Spesso, infatti, le cassette di pronto soccorso non sono in bella vista, ma tenute in qualche ripostiglio, di solito non esattamente accanto al luogo in cui voi volete legare qualcuno. Informatevi con i dungeon monitor su chi debba avere l’ultima parola sulle decisioni da prendere in caso di emergenza. A prescindere dal fatto che voi sappiate (o crediate) che il locale abbia le proprie cassette di primo soccorso, è sempre buona norma avere il proprio kit, anche perchè, come vedremo, il contenuto non è limitato a quello tipico di una normale cassetta di primo soccorso.

Se, per qualunque motivo, la situazione è più grave di quelle che sono le vostre capacità di gestione, chiamate immediatamente i soccorsi. Non preoccupatevi di eventuali figuracce. Parlando con persone che fanno i soccorritori, vi assicuro che hanno davvero visto di tutto e che difficilmente potrebbero restare sorpresi dalla scena in cui voi siete coinvolti. Oltretutto il loro compito è quello di darvi un aiuto medico specializzato, non di giudicare i vostri gusti sessuali. Quindi non vi è ragione per non chiamare subito i soccorsi.

Prima di pensare che basti comprare uno di questi kit di primo soccorso per essere a posto, il consiglio è, come sempre, quello di provare ad usare gli strumenti in esso contenuti (potete ricomprare quello che usate/sprecate con una spesa molto modesta). Siete davvero capaci di tagliare delle corde o bende/nastro adesivo di una mummificazione con un paio di forbici EMT ma usando come fonte di illuminazione solo una torcia tascabile o la luce del vostro telefonino? Provate ad allenarvi a gestire delle situazioni tipo. Solo così sarete poi in grado di mantenere il sangue freddo e gestire un problema, per quanto piccolo. Se voi andate nel panico, anche chi è accanto a voi andrà nel panico. Questo può essere più pericoloso del problema stesso che si è verificato.

Esistono in commercio due tipi di kit già pronti per il primo soccorso : le cassette di pronto soccorso e i pacchetti di medicazione. Questi ultimi sono i più indicati (le cassette di pronto soccorso contengono praticamente gli stessi elementi, ma in maggior quantità e sono vendute in una cassetta di plastica rigida più difficile da portare con sè).
Questi kit contengono gli strumenti base per far fronte ad una grande varietà di piccoli problemi: contusioni, abrasioni, piccoli tagli o ferite e così via.  Servono inoltre per gestire e stabilizzare le situazioni più gravi in attesa dei soccorsi specializzati. Spesso vengono forniti in apposite borse di colore rosso o arancio con una croce bianca molto evidente. Vi consiglio di acquistare quelli nelle borse morbide e non nelle valigette rigide, perchè sono più facili da portare con sè.

Contenuto standard di un pacchetto di medicazione (ex D.M. 388 del 15/7/2003)

  • 2 paia di guanti sterili monouso (da usare nel caso ci siano sanguinamenti. se siete soliti giocare con più partner potrebbe essere utile averne di più rispetto alla dotazione base, perchè vanno sostituiti se si deve prestare soccorso a persone diverse)
  • 1 flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125 ml
  • 1 flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro 0,9%) da 250 ml (utile per sciacquare escoriazioni e rimuovere corpi estranei)
  • 1 confezione di compresse di garza sterile 18 x 40 in buste singole
  • 3 confezione di compresse di garza sterile 10 x 10 in buste singole
  • 1 paio di pinzette da medicazione sterili monouso (utili per la rimozione di schegge o corpi estranei come brecciolato)
  • 1 confezione di cotone idrofilo
  • 1 confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso
  • 1 rotolo di cerotto alto cm 2,5
  • 1 rotolo di benda orlata alta cm 10
  • 1 un paio di forbici EMT (si… un altro paio, da tenere sempre lì insieme al resto)
  • 1 laccio emostatico
  • 1 confezione di ghiaccio pronto uso
  • 1 sacchetto monouso per la raccolta di rifiuti sanitari
  • Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del
  • servizio di emergenza.

Oltre a questa dotazione standard (pensata per un uso generico), è utile avere anche i seguenti articoli a disposizione, specifici per le situazioni che possono verificarsi facendo bondage:

  • 1 torcia elettrica tascabile e delle batterie di ricambio
  • 1 bottiglietta di acqua da bere
  • snack, caramelle o barrette energetiche (preferite quelle senza arachidi, mandorle, etc che potrebbero contenere degli allergeni a cui il bottom potrebbe reagire)
  • 1 coperta di emergenza in alluminio
  • 1 paio di pinzette per unghie ed una limetta
  • 1 pomata all’arnica, aloe vera o simili (per lenire le abrasioni)

Investire poche decine di euro in un kit di questo genere e ricordarsi di portarlo sempre con sè, non solo è sintomo di grande attenzione e cura nei confronti di chi legate, ma permette di evitare che piccoli incidenti si trasformino in brutte ricordi e che incidenti più seri diventino tragedie.

Ricordate di controllare periodicamente lo stato del vostro kit e le date di scadenza. Molto utile fare un fogliettino riepilogativo da tenere nel vostro kit con le date di scadenza dei vari articoli in esso contenuti.

Comments

comments

Related Posts